CORSI

1. CORSO DI INIZIAZIONE

2. CORSO DI PERFEZIONAMENTO

3. CORSO DI AVVIAMENTO ALLA REGATA

4. CROCIERA SCUOLA D’ALTURA

5. CORSO DI NAVIGAZIONE D’ALTURA PROPEDEUTICO PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE NAUTICA VELA/MOTORE ENTRO ED OLTRE LE 12 MIGLIA

barcolana1

1. CORSO DI INIZIAZIONE

PARTECIPANTI: minimo 5 allievi
DURATA CORSI: Sette incontri
LIVELLO RICHIESTO: nessuno
OBIETTIVI:  Familiarizzare con le manovre di una barca a vela cabinati di medie dimensioni in condizioni meteo favorevoli e con un perimetro di navigazione privo di difficoltà, armo e disarmo    della barca, nodi principali, recupero di un uomo a mare.

PROGRAMMA

  • Armare e disarmare la barca (solo elementi essenziali)
  • La virata in prua ed in poppa;
  • vento reale vento apparente;
  • Le andature;
  • La regolazione e riduzione delle vele;
  • Il bordeggio;
  • La cappa, il riassetto della barca, termini marinareschi, nodi fondamentali;
  • Centro velico, di deriva e assetto della barca, uso dei carrelli, del trasto, del tendibase e del Vang
  • Gli ancoraggi e gli ormeggi, arrivo e partenza dal gavitello e dalla banchina.
  • Cenni di meteorologia.

________________________________________________________________

2. CORSO DI PERFEZIONAMENTO

 

PARTECIPANTI: minimo 5 allievi .
DURATA CORSI: Sette incontri.
LIVELLO RICHIESTO: Essere capace di condurre una deriva o un piccolo cabinato in sicurezza in condizioni di bel tempo in un perimetro di navigazione privo di difficoltà.
OBIETTIVI: Saper effettuare una navigazione diurna costiera con tempo buono e in un perimetro di navigazione privo  di difficoltà. Acquisire   le basi indispensabili per divenire un buon marinaio: armo e disarmo della barca, nodi, presa di gavitello, andature e regolazione delle vele, controllo della velocità e dello sbandamento della barca, tracciare una rotta, ridurre la velatura, recupero di un uomo a mare.

PROGRAMMA

  • Pianificazione della navigazione;
  • Carteggio (rotta, distanza, velocità e riconoscimento della costa);
  • La manovra di recupero dell’uomo a mare a vela e motore;
  • cambio e riduzione delle vele;
  • Le manovre di ormeggio e di ancoraggio;
  • Giornale di bordo; fari e fanali; uso del VHF e del GPS;
  • Interventi di manutenzione su un cabinato;
  • Elementi di meteorologia;
  • Uso e regolazione dello spinnaker in crociera;
  • Controlli e manutenzione di un cabinato;
  • regole per evitare gli abbordi in mare
  • Elementi di primo soccorso in barca

________________________________________________________________

3. CORSO DI AVVIAMENTO ALLA REGATA

PARTECIPANTI:  minimo 5 allievi – i corsi sono rivolti ai marinai già esperti ed in grado di condurre  l’imbarcazione in piena autonomia che vogliono perfezionare la loro tecnica per partecipare alle regate.

DURATA CORSI:  Sette incontri / partecipazione al campionato del CNP.
LIVELLO RICHIESTO: Essere capace di condurre una deriva o un piccolo cabinato in piena sicurezza con tutte le  condizioni meteo marine.
OBIETTIVI: è imparare a conoscere tutte le implicazioni di una regata; nel suo spirito, nei suoi principi, regole, comportamenti, tattiche, strategie, manovre. Tra i principali obiettivi va presa in considerazione la specializzazione in un ruolo preciso per ogni singolo componente dell’ equipaggio.

 PROGRAMMA

  • analisi del campo di regata;
  • comunicazione tra membri dell’equipaggio;
  • il regolamento I.S.A.F. ;
  • proteste;
  • raffiche/”buoni e scarsi”;
  • cercare la pressione;
  • la partenza;
  • giri di boe;
  • coperture e vento pulito;
  • ingaggi;

 

________________________________________________________________

4. CROCIERA SCUOLA ALTURA

PARTECIPANTI: I corsi sono rivolti a tutti anche a neofiti.
DURATA CORSI: due incontri terico/pratici ed un week-end da venerdì a domenica (isole tremiti)
LIVELLO RICHIESTO: Avere almeno un’esperienza in barca, anche giornaliera.
OBIETTIVI: Il corso ha l’obiettivo di preparare l’allievo alla conduzione di imbarcazioni a vela effettuando navigazioni superiori alle 12 miglia marine, di migliorare la capacità di gestione dell’imbarcazione e del comando dell’imbarcazione e perfezionare ed integrare le proprie conoscenze. Il programma prevede tra l’altro gli argomenti dei corsi Base e Perfezionamento.

PROGRAMMA

  • carteggio;
  • la navigazione stimata;
  • la navigazione notturna;
  • turni di navigazione;
  • recupero uomo a mare
  • le manovre in rada;
  • il motore;
  • la preparazione della crociera;
  • la cambusa;

 

——————–

 5. CORSO di NAVIGAZIONE d’ALTURA

da vari anni l’associazione ha intrapreso l’organizzazione di corsi di vela d’altura rivolto esclusivamente ai propri soci. Tale attività ha l’obbiettivo di portare l’allievo alla conduzione di un natante/imbarcazione in perfetta autonomia in tutte le condizioni meteo/marine, senza dimenticare tutta la normativa relativa alle regole di navigazione, conoscenza delle segnalazioni marine, la meteorologia, il carteggio, il funzionamento del motore, dell’impianto elettrico, idraulico, ecc.

Alla fine del corso l’allievo avrà tutte le conoscenza per affrontare una navigazione d’altura in sicurezza, nonché sostenere l’esame per il conseguimento della

PATENTE NAUTICA

(sia vela che motore, limitata e senza limiti di distanza dalla costa).

A tutt’oggi gli allievi che al termine del corso hanno deciso di sostenere l’esame per il conseguimento della patente nautica,  sono stati numerosi con ottimi risultati.

Il corso al momento ha una durata di circa 4 mesi, con inizio nel periodo autunnale con una affluenza massima di 20 allievi ed è strutturato con incontri di teoria bisettimanali (indicativamente dalle ore 19.00 alle ore 21.00) e uscite in barca nel fine settimana per le prove pratiche (indicativamente il sabato dalle 14.30 alle 17.30 e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e almeno un week end, con pernottamento in barca dal sabato mattina alla domenica pomeriggio).

         Il corso sarà tenuto da uno staff di esperti qualificati quali: ex Comandati di Lungo Corso,  Istruttori Federali (F.I.V.),  meccanici ed elettricisti del settore, ecc. .

PROGRAMMA

  • Elementi di teoria di nomenclatura di un’imbarcazione;
  • principi fondamentali di funzionamento di un’imbarcazione;
  • L’equilibrio velico (centro velico);
    •  Turni di guardia e gestione dell’equipaggio in navigazioni lunghe
    • Teoria della vela (vento reale, vento velocità, vento apparente, centro velico, centro di deriva,
  • Attrezzatura e manovra delle unita a vela
  • Tipi di elica e di timone e loro effetti.
  • Cenni sul galleggiamento e sulla stabilita. – Centri di spinta e di gravita   delle unita da diporto.
  • Funzionamento dei motori a scoppio e diesel;
  • Inrregolarita e piccole avarie che possono verificarsi durante il loro  funzionamento e il modo di rimediarvi;
  • Calcolo dell’autonomia in relazione alla potenza del motore ed alla quantità residua di carburante.
  • Impianto idrico ed elettrico
  • Regolamento di sicurezza con particolare riferimento a:
    1) tipo di visite e loro periodicità;
    2) mezzi di salvataggio e dotazioni di sicurezza, in relazione alla distanza dalla costa;
  • prevenzione incendi ed esplosioni
  • Conoscenza dei sistemi antincendio;
  • Provvedimenti da adottare in caso di sinistro marittimo (incendio – falla – collisione – incagliouomo in mare);
  • Provvedimenti per la salvezza delle persone a bordo in caso di sinistro marittimo e di abbandono di nave
  • Precauzioni da adottare in caso di navigazione con tempo cattivo;
  • assistenza e soccorso – Cassetta medicinale di pronto soccorso
  • Segnali di salvataggio e loro significato;
  • Regolamento per evitare gli abbordi in mare e norme di circolazione nelle acque interne;
  • Precauzioni in prossimità della costa o di specchi acquei dove si svolgono altre attività   nautiche (nuoto – sci nautico – pesca subacquea, ecc.);
  • Cenni sulla meteorologia in generale – Atmosfera:pressione, temperatura, umidità e strumenti di misurazione - Venti – Correnti – Lettura della carta del tempo;  Bollettini meteorologici per la navigazione marittima – Previsioni meteorologiche locali;
  • Coordinate geografiche: differenza di latitudine e di longitudine – latitudini crescenti;
    b) Orientamento e rosa dei venti;
    c) Elementi di magnetismo terrestre e navale;
    d) Bussole magnetiche: compensazione e tabella delle deviazioni residue;
    e) Prora – Rotta – Correzione e conversione – Effetto del vento e della corrente;
    f) Concetto di ortodromia e lossodromia.
    g) Cenni di astronomia: riconoscimento della stella polare – Cenni sulla misurazione   dell’altezza degli astri e degli angoli con l’uso del sestante e con l’impiego delle effemeridi nautiche; (1)
    h) Navigazione stimata: tempo – spazio – velocità.
    i) Navigazione costiera: risoluzione dei relativi problemi anche in presenza di vento e corrente;
    m) Cenni sugli apparecchi radioelettrici di bordo e loro impiego;
    n) Radionavigazione – Sistemi di navigazione iperbolica e satellitare;
    o) Fusi orari: calcolo dell’ora locale;
    p) Carte nautiche , varie rappresentazioni e impiego – Pubblicazioni nautiche;
    r) Comunicazioni radiotelefoniche e relative procedure.
  • Leggi e regolamenti che disciplinano la navigazione da diporto – Codice della navigazione per quanto attinente alla navigazione da diporto con particolare riferimento a :
    1) il comandante della nave: doveri e responsabilità;
    2) attribuzioni dell’Autorità marittima e della navigazione interna – Potere di ordinanza ;
    3) documenti da tenere a bordo delle unita da diporto;
    b) Disciplina dello sci nautico.
    c) Cenni sulla locazione e noleggio delle unita da diporto.

PRATICA

Si effettueranno almeno un week/end e 5 uscite in barca portando l’allievo a condurre l’imbarcazione alle diverse andature, effettuando con prontezza e capacita d’azione le manovre necessarie,  ovvero dovrà: Governare un’imbarcazione alle varie andature;

  • Sapere eseguire un ormeggio;
  • Presa al gavitello
  • Saper prendere i terzaroli
  • Conoscere le problematiche della gestione di un’imbarcazione
  • Regolazione delle vele in crociera;
  • Uso  vele di prua;
  • Recupero uomo a mare vela e motore;
  • preparativi necessari per fronteggiare il cattivo tempo
  • l’ormeggio ed il disormeggio
  • l’impiego delle apparecchiature tecniche per la navigazione
  • uso delle dotazioni di sicurezza e dei mezzi di salvataggio e antincendio.